riccardovalle.it Copy & Blog

3 convinzioni che limitano la tua scrittura

Non sono uno scrittore, non so cosa scrivere e tutto e già stato scritto. 3 diffuse convinzioni che limitano la tua creazione di contenuti.

Con la tua scrittura puoi essere un fiume in piena o un torrente in secca.

Essere l’uno o l’altro dipende, anche, da come affronti alcune convinzioni limitanti condivise fra i creatori di contenuti.

Ti riconosci vincolato da una di queste 3 circostanze?

Sei uno scrittore solo quando raggiungi un traguardo prestabilito

Qual è questo traguardo? Un libro pubblicato? Un milione di parole scritte? 1000 iscritti alla newsletter?

Diventi scrittore quando il tuo ruolo di creatore diventa pubblico. E questo avviene nel momento in cui premi sul pulsante ‘Pubblica’.

È vero che potresti anche pubblicare emerite sciocchezze, in questo caso non sei uno scrittore. Sei soltanto uno che scrive sciocchezze.

Ma proprio perché rivesti un ruolo pubblico, devi fare sempre del tuo meglio per proporre buoni contenuti, in costante miglioramento.

Quando hai compreso questa cosa, abbandoni l’idea che dovrai combattere per anni prima di raggiungere i tuoi obiettivi di scrittura, e inizi a vederli più accessibili.

Non hai nulla da scrivere

Prova a metterla su questo piano: Credere di non avere nulla da scrivere è come credere di non essere in grado di conversare con nessuno perché non hai niente da dire.

Un’eventualità molto improbabile.

Hai sicuro molte cose da dire, e storie ed esperienze da raccontare.

Se ti impegni a non parlare solo di te, ma a tenere in considerazione chi ti sta leggendo, troverai il modo di rendere fruibili anche ad altri le tue storie, raccontandole nella tua prospettiva unica.

SE UNA COSA È GIÀ STATA SCRITTA, NON PUOI PIÙ SCRIVERENE UN’ALTRA VOLTA

Internet è un mare senza fine di contenuti. Buona parte di essi sono ripetizioni di contenuti già ripetuti centinaia di volte, soprattutto quando sono prodotti di alto valore.

Un qualunque contenuto puoi riscriverlo nel tuo stile personale che non condividi con nessuno.

E puoi scriverlo in 1000 maniere differenti.

Il fatto che una cosa sia già pubblicata, non è una buona ragione per non scriverne.

Credi forse che l’idea che hai avuto sia inedita semplicemente perché non l’hai letta da nessuna parte? Cerca bene, quasi sicuramente la troverai.

La stessa cosa vale per chi ti legge. Magari non l’ha mai sentita prima, ma se si guarda meglio intorno, troverà sicuramente qualcosa di simile.

Ciò che non troverà altrove, sarà il tuo stile.

E poi se non la scrivi tu, lo farà qualcun altro.


Se ti è piaciuto questo articolo, apprezzerai ancora di più il mio Buongiorno Blogger! della domenica mattina. Parlo di scrittura, di come la scrittura può cambiarti la vita, e anche un po’ di vita.

Hai qualche cosa da aggiungere? Scrivilo in un commento

riccardovalle.it Copy & Blog

Buongiorno Blogger!
La Newsletter ogni domenica mattina

Leggi anche

Tag