riccardovalle.it Copy & Blog

Tutto è già stato scritto. Ma puoi ancora scrivere qualcosa di inedito

Non sai cosa scrivere? Scegli due cose concettualmente lontane fra loro. Associale come sai fare solo tu. Scrivi di questa unione.

Sei ossessionato dalla necessità di inventare qualcosa di nuovo da proporre ogni giorno nei tuoi post?

Rassegnati.

Tutto è già stato inventato.

Arrivi ultimo.

In realtà, questo non è vero. Qualcosa da inventare ci sarà sempre nel mondo. Ma noi, come ipotesi di lavoro, teniamo per buono che la ricerca della novità sia sempre un’operazione molto dispendiosa in termini di tempo e di energie.

Potresti trascorrere anni interi nella sua ricerca, senza avere comunque nessuna garanzia di esito positivo.

Quando, forse, avrai individuato la tua idea geniale, ti guarderai intorno e ti accorgerai che tutti sono già avanti con le loro piccole visioni. Modeste idee, ma che tuttavia hanno funzionato e continuano a farlo.

Nel frattempo che attendi l’illuminazione, cosa fai?

Ti conviene utilizzare cosa è già stato scoperto e descritto da altri nei dettagli, e creare nuove connessioni.

In questa azione puoi sicuramente essere unico.

Guardati intorno, smetti di leggere i libri che tutti ti propongono, e cerca nozioni fra loro anche molto distanti concettualmente. Più sono distanti dalle strade battute, meglio è.

La tua idea innovativa e veramente unica, che nessuno può condividere con te, risiede nel mezzo. In quel legame fra due o più idee già condivise. Nell’associazione a cui nessuno aveva mai pensato prima. Che soltanto tu, con il tuo vissuto e la tua esperienza, puoi definire e descrivere.

Abbandona l’illusione di trovare l’idea esplosiva mai pensata prima d’ora da nessuno.

Inizia ad assemblare nozioni già esistenti utilizzando le tue capacità associative. Queste sono la tua riserva di inedito, che nessuno potrà mai copiare, né imitare, né contestare.

Hai praticamente infinite combinazioni possibili. Devi soltanto scegliere quelle più plausibili, e che abbiano una funzione all’interno del contesto in cui ti muovi.

Devi essere capace di convincere il tuo lettore della bontà dell’associazione inusuale che gli proponi.

Il legame deve essere funzionale, deve servire a qualcosa.

Il surrealismo lo lasciamo da parte, per ora.

Ora ti servono legami forti, inediti.

Inventare associazioni tra nozioni, è più rapido e semplice che inventare nozioni.

Il tuo lavoro è questo.


Ti è piaciuto questo post? Seguimi su 150+. Troverai ogni giorno brevi considerazioni sulla scrittura e la tua presenza online. Iscriviti anche al mio Buongiorno Blogger! della domenica mattina, puoi farlo da qui:

Hai qualche cosa da aggiungere? Scrivilo in un commento

riccardovalle.it Copy & Blog

Buongiorno Blogger!
La Newsletter ogni domenica mattina

Leggi anche

Tag