riccardovalle.it Copy & Blog

Come guadagnare online con la scrittura

Dì la verità. Stai pensando di guadagnare online facendo scrivere post all’Intelligenza Artificiale al posto tuo e inondare profili e blog di contenuti che convertono. Lo so che lo hai pensato. L’ho preso in considerazione pure io.

Come guadagnare online con la professione di Copywriter.
È possibile guadagnare online facendo il Copywriter?

In questo articolo non ti racconterò come utilizzare questa strategia, e nemmeno quale sia la strada per raggiungere l’indipendenza economica dopo soli 3 mesi di scrittura artigianale, qualunque siano le tue abilità.

L’IA messa al lavoro senza un pesante intervento da parte tua non credo possa portarti molto lontano.

Stessa storia con una professione di Copywriter agli inizi. Alcuni mesi di lavoro sono davvero pochi per ottenere un ritorno economico importante.

Se hai già un lavoro e vuoi diventare Copywriter, non lasciarlo subito. Se sei in grado di reggere ancora per un po’ di tempo il tossico ufficio e i mostruosi colleghi, la tua attuale occupazione ti garantisce la tranquillità economica che la scrittura part time ancora non riuscirebbe ad assicurarti.

Se invece, proprio non ce la fa più a uscire la mattina, o sei già a casa, e in qualche modo hai un po’ di autonomia economica, non perdere altro tempo e inizia a scrivere.

La prima fase per guadagnare online con la scrittura

Il primo passo che puoi compiere da professionista del web writing è affacciarti sui Content market place.

Espressione molto cool che indica semplicemente le piattaforme online che consentono l’incontro fra editori alla ricerca di contenuti e autori disponibili a scriverli.

I contenuti richiesti possono riguardare praticamente tutto: articoli tecnici, schede prodotto, recensioni, post per blog aziendali, per testate di news e gossip, ecc. ecc.

Ti può capitare davvero di tutto. E il problema è proprio questo: Ti può capitare.

La domanda di titoli richiesti è davvero limitata rispetto all’offerta sterminata di Copywriter pronti a farseli assegnare.

Sulle piattaforme potrai trascorrere intere giornate senza imbatterti in alcuna richiesta. Sta un po’ a fortuna essere presente al momento giusto e cliccare svelto sul titolo per vederti assegnato il lavoro.

Se vuoi lavorare con i Content market place non devi fare troppo il difficile. Non puoi permetterti di meditare su cosa ti passa sul monitor. Afferralo subito e inizia a scriverlo. Se non lo fai tu, fra un minuto (a volte anche un secondo) qualcun’altro lo avrà fatto per te.

Ho scritto un articolo su come scrivere un post blog in meno di 30 minuti. Leggilo, potrebbe esserti utile.

Lo svantaggio dei Content market place è rappresentato dal fatto che per la grandissima parte delle volte avrai in carico titoli riguardanti temi di cui conosci poco o niente, e che ti costringeranno a documentarti. I tempi di redazione aumenteranno e spesso i pochi Euro di guadagno non giustificheranno il tempo speso nella ricerca.

In questi casi, l’IA può venirti in aiuto, fornendoti una bozza di testo, che tu dovrai in ogni caso verificare con grande attenzione e rendere più accogliente e umana.

Non dimenticare che anche i Content market place fanno i tuoi stessi ragionamenti, e utilizzano con regolarità strumenti antiplagio.

I testi scritti dall’IA, inoltre, pare contengano una filigrana digitale costruita su sequenze predefinite di punteggiatura e criteri vari, che li rende riconoscibili dai testi scritti dall’uomo.

Quindi attenzione: Potresti perdere tempo inutilmente nell’illusione di essere stato il più furbo di tutti.

Aprire un account su tutte le piattaforme è l’unica maniera per amplificare le occasioni professionali. Potrai prendere in carico più titoli, aumentare un po’ i guadagni online, e magari anche avere l’opportunità di qualche piccola scelta sugli argomenti da trattare.

Ma dove puoi trovare queste piattaforme? Te lo racconto subito, seguimi nel prossimo H2.

Quali sono i Content Market place in lingua italiana?

Questi sono i principali Content Market place, in lingua italiana, attivi da molti anni. Personalmente, li ho frequentati a lungo e non hanno mai deluso le aspettative.

I guadagni sono bassi. Raramente si arriva ai 3 cent a parola, e un articolo di 3-400 parole possono pagartelo anche soltanto 4-5 Euro.

Ma se ti sei messo in testa di guadagnare online con la tua scrittura, soprattutto nei primi tempi, anche pochi Euro sono una conquista davvero esaltante.

Pagano regolarmente raggiunte le soglie minime (Textbroker, ad es., accredita già a partire da 10 Euro) e vale davvero la pena iscriversi e iniziare a produrre per ciascuna di esse.

Su Textbroker non trovi una grande offerta di titoli, e i pochi che compaiono vanno a ruba in pochi secondi. Quindi, o sei lì al momento giusto o devi attendere chissà quanto per vederne altri e iniziare a guadagnare online.

Textmaster offre invece molti più titoli. A volte inviano anche email personali alla ricerca di autori per i propri clienti. La piattaforma però dopo avere assegnato il titolo, richiede il lavoro completato in poche ore (massimo 3-5). Vincolo che potrebbe metterti in difficoltà se devi documentarti oppure se stai lavorando anche su altri contenuti.

Sono abbastanza esigenti. Non è raro che un articolo venga rinviato all’autore con allegate istruzioni per una revisione.

Melascrivi, invece, è un po’ il Content market place da battaglia. Moltissimi titoli a disposizione, in grandissima parte schede prodotti. Una scrittura molto noiosa.

Ha il grandissimo svantaggio che le tariffe a parola, già basse, sono ulteriormente penalizzate dalle stopword (preposizioni, articoli, congiunzioni e particelle assortite) che non vengono conteggiate ai fini del pagamento degli articoli.

Ciascuna piattaforma ha i propri pro e contro, ma nei primi tempi può valere la pena frequentarle. Avrai modo di testare in prima persona la redazione di contenuti per un vero cliente e magari ritrovare i tuoi contenuti sul web, anche se non riportanti il tuo nome.

Cliente con cui tuttavia non ti sarà mai permesso di avere un rapporto diretto, per ovvie ragioni economiche delle piattaforme. Se ti metti d’accordo con lui, potresti eludere la sorveglianza della piattaforma che perderebbe così le commissioni, e tu guadagnare un po’ di più per articolo.

Per avere un contatto diretto con il cliente devi allora passare alla fase successiva della metamorfosi del Copywriter: frequentare le piattaforme e i forum per freelance.

Quali sono le piattaforme per freelance per guadagnare online?

Se vuoi trovare clienti per i tuoi servizi di Copywriting puoi aprire un account su:

Anche qui, il meccanismo è simile ai Content market place.

Le piattaforme offrono un luogo di contatto fra autore e cliente, trattenendosi una commissione a transazione economica effettuata.

In questo caso però, chi ha bisogno di contenuti e chi offre i propri servizi pubblicano i propri annunci e prendono direttamente accordi fra loro sulle modalità di esecuzione dei lavori e sul prezzo.

Qui è facile eludere la sorveglianza e trovare l’occasione di contrattare al di fuori delle piattaforme. Situazione sicuramente vantaggiosa per entrambe le parti.

Il vantaggio di queste piattaforme è la possibilità che offrono di comunicare direttamente con il cliente. Se c’è reciproca soddisfazione possono nascere interessanti collaborazioni e solidi rapporti professionali, anche a lungo termine.

Eccellenti opportunità, dunque, per crearti una solida rete di clienti.

Queste piattaforme, in teoria e al netto delle truffe presenti ovunque, non presentano svantaggi.

Negli ultimi anni, tuttavia, mostrano l’ingresso di un elevatissimo numero di Copywriter stranieri, soprattutto appartenenti all’area asiatica, che offrono i propri servizi a prezzi davvero stracciati.

Per un italiano tariffe del genere sono davvero fuori concorrenza. Talvolta riusciresti appena a pagarti l’energia elettrica per la luce e il pc che ti servono a scrivere cosa ti viene richiesto.

A queste condizioni è davvero sconfortante lavorare. Forse è meglio leggersi un libro e pianificare un approccio più vantaggioso alla professione di Copywriter.

Se poi aggiungiamo l’ingresso trionfante dell’IA nella redazione di contenuti alla velocità della luce, le cose si complicano assai.

È vero che potresti utilizzare l’Intelligenza Artificiale anche tu, e diventare più competitivo. Ma questo discorso possono farlo tutti i tuoi colleghi, e paradossalmente anche il cliente stesso che cerca i contenuti, e scriversi da sé i propri testi.

In ogni caso, con un po’ di pazienza e molta attenzione alle truffe, su queste piattaforme si possono trovare ottime occasioni professionali, serie e vantaggiose.

Dopo e in contemporanea alle piattaforme per freelance, tappa obbligata sono i forum di compravendita di servizi editoriali.

Se hai ancora un po’ di pazienza ti racconto 2/3 cose che ho imparato a questo proposito e che potrebbero tornarti utili per guadagnare online con la scrittura.

Quali sono i forum per guadagnare online come Copywriter

Questa fase ti porta direttamente a contatto con il cliente. Non avrai intermediari pronti a riscuotere la commissione, né a dirti che devi comportarti da persona per bene per non rischiare la radiazione dalla piattaforma.

I forum di compravendita di servizi editoriali ti immettono direttamente nel mercato dei web writer. Puoi proporti come meglio credi, offrendo contenuti già pronti, oppure come Copywriter specializzato in precise tematiche, oppure generalista. Puoi anche definire le tariffe che andrai ad applicare ai tuoi lavori.

E ancora, puoi semplicemente rispondere agli annunci pubblicati da chi cerca contenuti originali. In genere si tratta di piccole aziende che vogliono incrementare le visite ai loro siti web, oppure gestori di blog e siti di news alla ricerca di articoli da pubblicare alla svelta e senza tante chiacchiere (benessere, finanza, fai da te, motivazione, oroscopo, psicologia, porno, gossip, tarocchi, dinosauri, ecc. ecc.)

Un classico dei classici sono le richieste di articoli descrittivi di prodotti e servizi, dove il committente andrà poi a inserire i propri link di affiliazione.

A questo punto del tuo percorso di Copywriter, il possesso della Partita IVA è sicuramente una referenza molto apprezzata e ricercata. Ti fornirà una veste più professionale e ti darà accesso a un numero maggiori di offerte.

Ma non è tutto così bello come sembra. Nei forum di compravendita dovrai scontrarti ogni giorno con due nemici fortissimi:

  • La concorrenza, spesso sleale,
  • Le tariffe bassissime (quasi sempre a parola).

Questo sempre al netto delle truffe, che anche qui sono davvero dietro l’angolo.

Nella mia esperienza, pur avendo guadagnato sempre poco per tutti i lavori presi in carico attraverso i forum, mi sono trovato molto bene in ogni occasione e relazione.

Forse sono stato soltanto fortunato, non so. Ma ho sempre incrociato persone gentili, disponibili e soprattutto puntuali nei pagamenti.

E visto che ti parlo di puntualità, tengo a ricordarti che questa forma di rispetto è gradita da entrambe le parti.

I lavori consegnati in ritardo rispetto ai tempi pattuiti, sono sempre una pessima referenza.

Moltissimi annunci, infatti, fanno riferimento a questa abitudine abbastanza radicata nei Copywriter apprendisti, incentivati (o demotivati) dall’affollamento di offerte disponibili e dalle basse tariffe a parola.

Cerca sempre di essere puntuale. Non ti nascondere dietro l’anonimato.

E poi, se il tuo cliente si mostra gentile e corretto, ma a un certo punto le condizioni contrattuali non sono più di tuo gradimento, cercate insieme una soluzione vantaggiosa per entrambi. In ogni caso non sparire nel nulla.

Il tuo Personal brand mette radici già a partire da queste estemporanee relazioni.

Forse gli altri si dimenticheranno di te, ma tu non ti dimenticherai come avresti dovuto comportarti per essere ricordato.

Ma di quali forum di compravendita di servizi editoriali ti sto parlando? Io ho frequentato regolarmente:

Un ultimo suggerimento prima di passare al prossimo paragrafo. Se intendi lavorare con i forum, possono esserti molto utili un conto PayPal e una carta ricaricabile con codice Iban. Ti semplificheranno moltissimo le operazioni di accredito.

E ora ti racconto l’ultima fase del percorso di web writer. Quella che ti lancerà nella vera professione

Come guadagnare online con il tuo blog

Questa è l’ultima fase della tua trasformazione in Web writer. Ma in realtà è il trampolino da cui la tua vera presenza online prende corpo.

Dal tuo blog deve propagarsi l’intera strategia con la quale costruire mattone su mattone il tuo impero di web writer.

In Come costruire il tuo Personal brand con il blog ti ho raccontato come utilizzare questo potentissimo strumento per creare e solidificare il tuo Personal brand.

Perché di vero e proprio strumento di lavoro si tratta. Il blog è una tua esclusiva proprietà, sulla quale puoi pubblicare i contenuti che ritieni più opportuni alla strategia che stai adottando.

Soprattutto senza sottostare alle rigide regole che una qualunque piattaforma social ti impone.

Con il tuo blog puoi guadagnare attraverso

  • affiliazioni,
  • vendita di prodotti digitali,
  • vendita di contenuti, newsletter, podcast, servizi e consulenze,
  • vendita di spazi pubblicitari, ADV e guest post.

Questi obiettivi li puoi ottenere raggiungendo il maggior numero possibile di persone che condividono con te la tua visione, o che trovano i tuoi contenuti utili a costruirsene una personale.

Devi considerare il tuo blog come il cuore pulsante della strategia che spinge linfa vitale (i tuoi contenuti) verso tutti i canali social su cui stimi di riuscire a sostenere una presenza attiva.

I profili social morti non servono a nessuno e non dipingono una bella immagine di te.

Meglio nulla.

Utilizza i social senza cronicizzarti su nessuno di essi. Pensali, insieme alla SEO, come tasselli che compongono la tua visione di Web writer.

Su alcuni ti troverai più a tuo agio che su altri.

LinkedIn, ad es., offre maggiori opportunità professionali e di collaborazioni, aiutandoti ad ampliare la tua rete di relazioni. Tieni anche a mente che questa piattaforma negli ultimi tempi sta incentivando la creazione di contenuti da parte dei propri utenti.

Questo sai cosa significa? Che gli articoli che pubblicherai su LinkedIn saranno indicizzati da Google, e un loro buon posizionamento in SERP rappresenterà ulteriore linfa per la tua presenza online e il tuo blog.

Facebook e Instagram, invece, potrebbero essere fonti di semplici lettori che se opportunamente guidati fra le tue pagine consolideranno la rete di contatti e si trasformeranno in iscrizioni alla tua Newsletter.

Le opzioni per propagare i tuoi contenuti sui social sono quasi infinite. In ogni caso, ciò che fa la differenza è il tuo approccio alle piattaforme che stai utilizzando.

  • Sei costante nella pubblicazione dei contenuti?
  • Pubblichi contenuti utili e originali?
  • Adegui i tuoi contenuti allo stile della piattaforma?
  • Partecipi attivamente alle conversazioni?
  • Rispondi ai commenti che ti fanno?
  • Commenti i contenuti altrui?

Non dimenticare che il numero dei follower non è mai la metrica su cui devi basare le tue analisi.

Quel numerino che cresce è fumo negli occhi degli sciocchi.

Alla fine le metriche che ti dimostrano quanto realmente vali sul campo sono le iscrizioni alle mailing list, le conversazioni che susciti, i messaggi privati che ricevi, e le conversioni che riesci a ottenere attraverso i tuoi contenuti unici e convincenti.

Conserva la tua visione di Web writer

Ti lascio un ultimo pensiero.

Cosa a cui tengo tu comprenda è come i social devono rappresentare utensili che utilizzi all’interno della tua visione di Web writer, e non passivi mezzi di promozione di post. Il loro utilizzo deve integrarsi in maniera fluida con l’azione del blog.

La tua azione non deve fermarsi al social. Ma da qui deve proseguire la propria traiettoria e tornare al tuo vero conto in banca: il tuo blog.

Potresti anche servirti dei social come banco di prova, per testare l’efficacia dei tuoi futuri post blog. Prova a utilizzare questo schema:

  1. Pubblica su Twitter un micropost su un argomento che potrebbe diventare un articolo. Osserva le reazioni e i commenti. Sono validissimi suggerimenti di cosa i tuoi lettori potrebbero desiderare leggere.
  2. Pubblica su Linkedin lo stesso contenuto, ma un po’ più esteso, con qualche piccolo approfondimento. Continua a raccogliere osservazioni, anticipando che a breve pubblicherai un articolo sul tema.
  3. Con questi elementi in mano, scrivi l’articolo sul tuo blog e condividilo sugli stessi social da cui sei partito e su tutti gli altri.
  4. Non escludere di pubblicare (come articolo) anche su Linkedin lo stesso contenuto, avendo l’accortezza però di modificarne titolo e struttura interna.
  5. Utilizza anche Medium, come valido complemento al tuo blog. Se ti va ripubblica il contenuto (non copiato!), magari anche in lingua inglese. Così inizi a guadagnare online anche dal loro programma.

Questo è soltanto uno schema esemplificativo di come puoi integrare fra loro tutte le piattaforme gratuite che hai a disposizione.

Rendi i social strumenti attivi di diffusione dei tuoi post blog. Crea contenuti mirati impiegando gli stessi suggerimenti che il tuo pubblico e i professionisti come te ti regalano ogni giorno.

Una volta entrato nella routine creativa, la redazione dei tuoi articoli diventerà più semplice e veloce. Ogni post blog poggerà su basi solide, comprovate e che fanno sempre benissimo alla SEO.

Alla fine del post su come guadagnare online con la scrittura

Scrivi, scrivi, scrivi e ancora scrivi.

Se vuoi guadagnare online con la scrittura, devi scrivere.

Non hai altra scelta che scrivere.

Documentati, leggi molto, ma non perdere tempo, denaro e soprattutto te stesso dietro inutili corsi per Copywriter.

Tutto ciò che ti serve per diventare un ottimo Web writer, e fare della scrittura la tua professione a tempo pieno, lo trovi gratis su internet e nelle conversazioni con altri scrittori.

I soldi non arriveranno subito. Nemmeno a palate.

Devi avere pazienza e costanza.

Non guardarti mai indietro.

Potresti spaventarti per cosa non c’è ancora.

Fra due anni, voltandoti, ti sorprenderai di quanto sei salito in alto e di quanta roccia hai dietro di te.


Grazie mille davvero per avermi letto fino qui. Se conosci altri percorsi per guadagnare online con la scrittura, ti va di raccontarli nei commenti? Oppure di condividerli sul tuo social preferito? Qui sotto trovi i pulsanti per farlo.

Grazie ancora!

Riccardo

Ti è piaciuto questo articolo? Se ti iscrivi a Buongiorno Blogger! la mia newsletter, ogni domenica mattina ti invierò una sintesi di cosa ho pubblicato di nuovo, e poi se vorrai tornerai a leggermi. Ecco dove puoi iscriverti:

Hai qualche cosa da aggiungere? Scrivilo in un commento

riccardovalle.it Copy & Blog

Buongiorno Blogger!
La Newsletter ogni domenica mattina

Leggi anche

Tag